La colazione dei campioni

Provateci, un mattino d’autunno, a convincere un bambino di 10 anni a cambiare i cereali per la colazione.

A passare da quelli con la scatola chiassosa e colorata a quelli semplici, equo solidali e cooperativi. Da quelli con i nomi che sembrano usciti dalla fantasia di un pubblicitario futurista a quelli il cui nome semplicemente enuncia la sostanza, esprime una semplice descrizione referenziale, quasi aristotelica.

Lui – il bambino – li assaggerà, perché in fondo è un esserino moderatamente curioso. Se ne starà un po’ lì in silenzio a ruminare, ti guarderà in silenzio e poi scuoterà la testa.

E voi, che avete attraversato la città di sabato per andare alla Coop, non potrete neanche calare l’asso che avete nella manica, quello da tirar fuori nei momenti più disperati. Non potrete nemmeno dirgli: “mangiali, che fai contento papà”.

Annunci

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: