Who’s gonna drive?

Non ho più tutta la vita davanti, questo è certo. Se è per quello non è che sia già tutta dietro di me.

Diciamo che se ne sta qui accanto, leggermente discosta, poco più avanti sulla destra.

Viaggia con il gomito fuori dal finestrino. Ogni tanto si volta verso di me e mi parla. A volte urla, ma sono fortunato, capita poche volte, per ora. Altre volte sussurra, e la sua voce si fa brivido. Ma per la maggior parte del tempo se ne sta zitta, come se mancassero cose da dire, o da fare. Io, ogni tanto, le indico qualcosa lungo la strada. Lei a volte annuisce, più spesso osserva con distacco.

All’inizio pensavo che ci fosse qualcosa di sbagliato. Ho pensato: “Ecco, sono io, lo sapevo che era colpa mia”. Poi invece ho visto che Lei fa così un po’ con tutti. O quasi.

Non è stato facile abituarsi ai suoi silenzi.

Io, intanto, continuo a guidare.

Annunci

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: