La prevalenza del solitario

Sta diventando un’ossessione. Ovunque vada mi capita di vedere donne che tormentano nervose i loro pregiati anelli di fidanzamento. Parlano e ruotano incessantemente la fedina di brillanti, capovolgono l’imponente solitario, flagellano il maestoso Trilogy.

Spesso la mano è magra, sicuramente nervosa. Qualche volta una spruzzata di efelidi la rende eterea, persino un po’ britannica. Ma non è la regola, in questo la tradizione è violentemente democratica: il tormento al tanto agognato gioiello è diffuso, colpisce giovani funzionarie dell’Unione Industriale, nervose mamme di fronte all’uscita di scuola, la signora gentile che silenziosa pulisce gli uffici, verso sera.

Svuotano cestini, discutono di orari scolastici, presentano i risultati di un’indagine di soddisfazione clienti. E intanto tormentano il loro pegno d’amore. La luce delle pietre si riflette, abbaglia. Roba da far impallidire il globo luminoso di Saturday Night Fever.

Almeno lo perdessero questo benedetto anello. Ne avrei giusto bisogno.

Annunci

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: