Politically incorrect

Questa mattina stavo leggendo l’ultimo libro di Tullio Avoledo, un grande scrittore che per molto tempo ha fatto altro nella vita. E già solo questo fatto lo rende una persona degna di interesse.

Notavo che con gli anni il suo stile è migliorato ma si è fatto anche più triste. Quasi disperato. Allora mi è tornata in mente quella volta che l’ho sentito parlare al Salone del Libro, l’anno scorso. Con il suo solito tono pacato, adesso che ci penso forse pure un po’ cupo, diceva di essere stanco. Stanco di dover parlare delle foibe quando voleva parlare della Resistenza e dei partigiani. Stanco di dover rendere omaggio ai caduti dell’altra parte quando voleva dedicare un pensiero ai caduti della sua, di parte. Era stanco – cito a memoria – dei piedi in due staffe, del cerchiobottismo e persino dei “ma anche…“.

Un sentimento simile, la stessa stanchezza, mi ha fatto pensare che se ti schieri con i fascisti per vent’anni, per un posto al consorzio agrario oppure perché ti piacevano così tanto quelle camicie nere tutte schierate in piazza, al sabato, poi è normale che qualcuno nella primavera di un anno qualsiasi ti infili in gola un forcone, dia fuoco alla tua casa e maledica la tua genìa.

Oppure.

Se un camion pieno di esplosivo ti entra diritto in faccia, in un paese disperato che in ogni caso incontestabilmente sta a est della tua pizzeria preferita, è normale, dal momento che hai scelto di fare di mestiere il militare e di comprarti casa al tuo paese con i soldi della diaria di un’operazione di peacekeeping.

È la guerra, bellezza. Per tutto il resto, c’è la diretta del TG5.

Annunci

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: