L’insolito caso di mr. Aprile

Mi capita di mangiare da solo, a casa. Raramente, ma succede. Accendo la radio, collego l’Ipod, scelgo la riproduzione casuale – 2283 brani – mi cucino qualcosa, mi siedo e mangio. Niente di che. Cose che tutti fanno da mille anni.

Eppure ogni volta mi torna in mente Mr. Hire, il lungo piano sequenza che riprende Michel Blanc di spalle, seduto sulla sua solitaria cena. E la musica di Michael Nyman che sale, come sempre un po’ troppo carica.

E così penso a quando tornavo da scuola e mi sedevo a tavola. Bollivo il riso e guardavo su Italia 1 le repliche di Star Trek, la serie originale. Oppure a quando, qualche misero anno dopo, in una pianura che forse oggi non esiste più, giocavo a fare il Paolo Conte dei rappresentanti, in un ristorante può darsi. Tortelli di zucca, rigorosamente. Oppure ancora a certe sere d’estate, quando mi sono ritrovato di nuovo da solo, sul balcone di una casa luminosa che si apriva sul bosco.

Adesso però c’è una differenza. La macchina da presa è passata oltre. Se ne è andata.

Lo sapevo, avrei dovuto leggere il copione.

Annunci

1 comment so far

  1. rocco on

    Tra tutti gli insoliti casi riaffiora uno dei film piu belli di Leconte….bravo..


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: