Sunset Boulevard

Sulla strada di casa, di sera.

Non piove nemmeno, quindi non è che ci sia quella sensazione sospesa di umido che deve aver provato Joe Gillis, a Los Angeles. Eppure mi sposto da un semaforo all’altro come se stessi galleggiando a faccia in giù. Mi infilo tra una macchina e l’altra con l’agilità di un colibatterio in una piscina. Praticamente non esisto.

Manca solo la voce fuori campo a raccontare di come sia finita così e di come invece sarebbero dovute andare le cose.

Mr. De Mille, sono pronto per il primo piano.

Annunci

1 comment so far

  1. nastja on

    alla fine hai avuto anche tu la tua piscina [quasi cit.]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: