How does it feel?

Oggi ero di fronte a un posto che conoscevo bene, un posto in cui non entro più da oltre dieci anni. Avevo paura come la prima volta che fui costretto ad entrarci. Se mi avvicinavo all’ingresso, strane luci mi danzavano sugli occhi. Così mi sono seduto sulle scale. Vicino a me, due ragazzi stavano litigando. Non li sentivo ma potevo vederli, lui era un torrente di parole tese, parevano lame, dalla sua bocca ogni tanto schizzava un po’ di saliva. Lei si scostava, d’istinto. Lui parlava senza fermarsi, lei fissava un punto indefinito al di sopra della sua spalla.

Chissà, forse dopo lui è andato a casa, forse ha iniziato a scrivere una lettera piena di punti esclamativi. Una di quelle lettere che ogni uomo, ogni ragazzo ha scritto, riscritto, corretto, letto ad alta voce e qualche volta persino spedito. Lettere piene di verbi al futuro: vedrai, capirai, ti accorgerai.

Io l’ho scritta una lettera così. E l’ho pure spedita. Per la verità, l’ho portata a mano. L’avevo scritta con una di quelle piccole macchine da scrivere elettriche, con la cartuccia che costava un piccolo patrimonio e durava sì e no 20 fogli. Aveva persino il tasto per cancellare.

Ho scritto quella lettera su fogli di carta verde acido. Il carattere, un inesorabile courier monospaziato.

Non aveva nemmeno la busta, quella lettera. Mi ero limitato ad arrotolarla, fermandola con un piccolo nastro.

L’ho lasciata lì, nella cassetta delle lettere.

Dopo, sono uscito sulla via. Rotolavo, come una piccola pietra disperata.

Annunci

1 comment so far

  1. Paolo on

    Ecco, così, bene. Perché se non la usiamo la nostra anima finirà per atrofizzarsi e cadere.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: