Allegro non troppo, alla polacca

I polsi dei violinisti ruotano tutti insieme e la musica inizia. Qualcuno non sarà andato a tempo ma pazienza, da qui non si può capire.

Ora la musica sale, riempie la sala. Imita cannoni napoleonici e immagina capricci spagnoli.

Smetto di ascoltare. E lì, all’improvviso, subito dietro agli occhi bene aperti, due amanti si baciano, stesi sulla spiaggia. Un camion pieno di nitroglicerina scende veloce da tornanti di montagna. Una donna seminuda corre nella notte. Un investigatore con il cappello calato sugli occhi attende dentro una Packard color panna.

Un uomo sta viaggiando di notte, su una decapottabile. La strada corre lungo una scogliera. Lei è bionda e dorme sul sedile, esausta, una luce sembra illuminarle i capelli. Di tanto in tanto l’uomo alza gli occhi verso lo specchietto, i fari delle auto lo abbagliano. Non lo insegue nessuno ma sa che dove arriverà – se ci arriverà – qualcosa di infernale lo attende. Ma lui continua a guidare, nella notte.

La musica si arresta, tutti applaudono.

Chissà dove avrò messo la ricevuta del guardaroba.

Annunci

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: